L’approccio alla propria professione non potrà più essere quello di prima ma nemmeno quello del lockdown e dovrebbe nascere la figura del Chief smart working officer