A decidere per l’obbligo di assumere in qualità di dipendenti gli autisti di Uber è lo Stato della California con il sostegno del procuratore generale di San Francisco, l’anima della Silicon Valley e dell’innovazione digitale degli ultimi decenni, nonché patria della stessa Uber