L’efficacia delle cosiddette forme “narrative” di comunicazione della salute varia sulla base di una serie di aspetti, tra cui naturalmente lo specifico testimonial scelto