Si sta diffondendo il rischio di un’obesità della mente fatta di fake news oltre che di cattive abitudini, come la frammentazione dell’informazione