La scoperta di un gruppo di utenti: le anteprime delle foto favoriscono sempre i volti non di colore. Solo l’ultima tappa di una lunga storia di pregiudizi fra social network e sistemi di riconoscimento facciale