di Gianpaolo Cherchi Il piano d’azione mira a sostenere, con finanziamenti a fondo perduto, le attività imprenditoriali del centro-sud, delle aree geografiche colpite dal sisma e delle isole del nord Italia

Continuano a lanciare un accorato mayday le imprese e gli aspiranti imprenditori del centro-sud Italia, ancora in estrema difficoltà, reduci dalla pandemia e in molti altri casi anche dagli ultimi eventi sismici. E lo Stato giunge prontamente in soccorso con il microcredito. Uno di questi provvidenziali strumenti di sostegno, attuato da Palazzo Chigi, è il bando di finanziamento ‘Resto al sud’. L’intervento punta il mirino per fare centro sulla nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria). Di recente sono stati inclusi in questo sostegno statale anche tutti i comuni delle isole del Nord. Le agevolazioni coprono il 100% delle spese ammissibili con la formula del 50% di contributo a fondo perduto e del 50% a tasso zero, attraverso finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Giusto per fare un esempio pratico: una sola personality può ottenere 60.000 euro usufruendo dell’erogazione di 30.000 euro di contributo a fondo perduto, da non restituire e i restanti 30.000 euro di prestito a tasso absolutely no, da restituire in 8 anni.

Mentre nel caso di due soci, questi ultimi possono ottenere 100.000 euro ricevendo 50.000 euro a fondo perduto e 50.000 euro prestito a tasso absolutely no da restituire sempre in 8 anni, di cui due in pre-ammortamento. L’aiuto governativo copre fino al 100% delle spese con un limite di 60.000 euro per ogni richiedente, arrivando a un massimo di 200.000 euro nel caso di società composte da quattro soci. Nel caso di ditta individuale il massimale è di 60.000 Euro. Tra le spese ammissibili, consentite dal bando, troviamo gli interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, macchinari, impianti e attrezzature, programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione e altre spese utili alla fase di launch di nuove imprese. Escluse, da quanto si legge nel documento, le spese di progettazione e promozione, le consulenze e quelle relative al costo del personale dipendente, spese notarili, imposte, tasse. Così come, per le aziende già attive, non vengono ammesse le spese di investimenti per la sostituzione di impianti, macchinari e attrezzature già esistenti.

Altro requisito per usufruire di questi finanziamenti è non aver ricevuto altre agevolazioni nazionali per l’autoimprenditorialità nell’ultimo triennio. Chi ambisce a questa agevolazione, inoltre, non deve avere un lavoro a tempo indeterminato e si impegna a non averlo per tutta la durata del finanziamento. Il focus del contributo si concentra unicamente sulle imprese costituite dopo il 21/06/2017 e su quelle da costituire. Possono, altresì, partecipare i liberi professionisti, in forma societaria o individuale, che non risultano essere titolari di partita IVA nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda, “per lo svolgimento di un’attività analoga a quella proposta”. Nessun limite di età richiesto, invece, per i 24 Comuni compresi nelle aree del cratere sismico del Centro Italia. Per tutti gli altri destinatari, di altre aree geografiche, può presentare domanda chi era in possesso del requisito anagrafico (under 56) alla information del 01/01/2019. L’intervento mira ridare linfa vitale a quasi tutte le attività imprenditoriali, compreso il settore del commercio. Escluse dall’iniziativa solo le aziende agricole. Al momento, stando agli ultimi aggiornamenti del MISE, la scadenza del bando del 31 dicembre 2021 sarebbe stata cancellata e per ora non esistono termini di presentazione. Tuttavia, le domande vengono sempre valutate e approvate in base all’ordine cronologico di arrivo.

26 novembre 2021 (modifica il 26 novembre 2021|18:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x