di Redazione Tecnologia

Nobile romana convertita al cristianesimo, divenne martire vergine il 22 novembre del 230. Il giorno del suo matrimonio risuonarono canti e organi, da cui è arrivato il suo legame con i musicisti

Ricordata da cattolici e ortodossi, santa Cecilia viene festeggiata il 22 novembre, data in cui nel 230 morì come martire cristiana a Roma. In origine la giovane era una nobile romana, convertita alla religione cristiana, sposata ad un altro nobile, Valeriano. La leggenda narra che proprio il giorno delle loro nozze risuonarono canti e musica di organi che lei accompagnava con il canto. Da qui è arrivato il legame con il mondo della musica, dei cantanti e dei musicisti di cui ancora oggi è patrona. La notte stessa delle nozze anche il marito si convertì e lei fece voto di castità.

Il marito di Cecilia divenne martire a causa della sua fede e la donna, chiamata a testimoniare davanti al giudice, venne condannata a sua volta a morte per bruciatura. Si narra che in quei momenti la donna «invece di morire cantava lodi al Signore», tanto che la sua condanna venne convertita a decapitazione. Anche in quel caso il corpo di Cecilia, pur avendo ricevuto i tre colpi indicati dal rituale, rimase in agonia per tre giorni prima di morire, il 22 novembre del 230.

La casa della donna divenne anche la sua tomba, secondo il volere di Papa Urbano I, come racconta la Legenda Aurea. Il suo corpo venne «sepolto tra quelli dei vescovi e consacrò la sua casa, trasformandola in chiesa». Solo nell’821, quando le sue spoglie vennero portate nella basilica di Santa Cecilia in Trastevere, il suo corpo venne trovato ancora incorrotto e profumato.

Come patrona della musica e dei musicisti, il 22 novembre si celebrano in tutto il mondo concerti ed eventi per ricordare la santa. Dall’accademia di Santa Cecilia di Roma, che le ha dedicato post sui proprio account social, alle manifestazioni in programma a Bari tra bande e concerti. Alla santa sono anche stati dedicati dipinti rimasti nella storia dell’arte, come il capolavoro «L’estasi di Santa Cecilia» di Raffaello, che la ritrasse con un organo portativo.

22 novembre 2021 (modifica il 22 novembre 2021 | 10:16)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x