Nicola De Mattia – CEO di Targa Telematics – ha annunciato la volontà di inserire nel corso dei prossimi tre anni oltre 60 nuovi ingressi tra ingegneri, sviluppatori e data scientist, con l’obiettivo di crescere e ampliare le competenze presenti nel proprio hub Ricerca & Sviluppo di Treviso. Profili di alto livello che possono trovare all’interno dell’azienda un ambiente giovane e dinamico, in cui esprimere il proprio potenziale.
Attualmente sono circa 50 i professionisti impegnati nella sperimentazione e nel continuo perfezionamento delle soluzioni digitali di ultima generazione nel campo della telematica, della smart mobility e delle piattaforme Internet of Things per operatori di mobilità.
Il dipartimento di R&D di Treviso è un ambiente giovane, dinamico e rappresenta il motore che ha permesso a Targa Telematics di raggiungere l’attuale posizionamento distintivo nel campo dell’innovazione tecnologia, grazie anche a investimenti significativi che la società alloca di anno in anno per la ricerca e la cybersecurity. La metodologia di lavoro adottata è l’ Agile , che prevede una serie di approcci innovativi nel campo della Ricerca & Sviluppo e della crescita professionale, come la formazione di piccoli team polifunzionali e auto-organizzati, lo sviluppo incrementale dei progetti, oltre al coinvolgimento diretto e continuo del cliente nel processo di realizzazione della soluzione tecnologica.

Nicola De Mattia

La sfida di Targa Telematics nell’IoT
Targa Telematics è una tech company specializzata nello sviluppo di soluzioni ad alto contenuto tecnologico con l’obiettivo di abilitare aziende, organizzazioni e comunità a cogliere appieno le potenzialità dell’Internet of Things (IoT).
In particolare, Targa Telematics progetta e realizza piattaforme digitali evolute per collegare tra loro device IoT, raccoglierne e analizzarne i dati e portare vantaggi agli utilizzatori attraverso l’uso di Big Data Analytics, Machine Learning e Artificial Intelligence.
Il contesto di riferimento in cui la società opera è quello delle smart cities e della smart mobility, all’interno di una rivoluzione culturale più ampia che ha un impatto diretto sulla sostenibilità ambientale.
L’azienda affonda le proprie radici a Treviso, con il quartier generale, e a Torino. All’estero Targa Telematics ha uffici a Parigi, Londra, Lisbona e Madrid. Nel 2020 ha registrato ricavi per circa 40 milioni di euro, con un tasso medio organico (CAGR) del 48% negli ultimi 5 anni. Attualmente conta 130 tra dipendenti e collaboratori e 950 clienti, gestendo oltre mezzo milione asset connessi.
Nel giugno 2021 Targa Telematics ha annunciato il rafforzamento della propria compagine azionaria con l’ingresso nel capitale di una società di investimento indirettamente detenuta da Investindustrial VII L.P. (“Investindustrial”). Grazie al nuovo azionista, Targa Telematics proseguirà il proprio percorso di crescita per consolidare il proprio posizionamento distintivo in Italia e diventare un’azienda leader nella smart mobility, nella gestione delle grandi flotte e nel comparto insurtech a livello europeo e globale. L’operazione, inoltre, consentirà alla società di rafforzare ulteriormente le partnership in essere con i clienti di lunga data e di crearne di nuove.

Nicola De Mattia: “In Targa Telematics cerchiamo specialisti nel digitale”

Non solo Fleet Management: le aree di business di Targa Telematics

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x