Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)  dedica il 27% delle risorse totali alla transizione digitale in Italia.  Nel dettaglio la strategia Italia digitale 2026 include importanti investimenti all’interno di due settori principali:  6,71 milioni di euro per infrastrutture digitali e reti a banda ultra-larga, per garantire ai cittadini l’accesso a connessioni veloci e realizzare pienamente l’obiettivo di gigabit society; 6,74 miliardi di euro per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione (PA), che attraverso servizi più performanti e universalmente accessibili è in grado di migliorare il rapporto tra cittadino e PA e ridurre i tempi della burocrazia.

A tal proposito il Pnrr pone 5 cinque ambiziosi obiettivi a sostegno della transizione digitale in Italia entro il 2026:

  • Diffondere l’identità digitale, affinché venga utilizzata dal 70% della popolazione
  • Colmare il gap di competenze digitali, con almeno il 70% della popolazione che sia digitalmente abile
  • Portare circa il 75% delle PA italiane a utilizzare servizi in cloud
  • Raggiungere almeno l’80% dei servizi pubblici essenziali erogati online
  • Raggiungere tutte le famiglie e imprese italiane con reti a banda ultra-larga.

In questo contesto sfidante, con un Paese che si appresta ad agganciare il treno della trasformazione, non solo digitale ma anche culturale, Angi (Associazione nazionale giovani innovatori) scende in campo per fare network e contribuire alla svolta con una giornata interamente dedicata all’innovazione.

In programma il 27 giugno a Milano, presso Palazzo Mezzanotte, lo Young Innovators Business Forum è una manifestazione unica nel panorama italiano ed europeo che punta a mettere in luce le principali sfide del nostro ecosistema paese. Per voce di alcune delle maggiori testimonianze del mondo istituzionale, economico, imprenditoriale e aziendale verrà delineata una panoramica sui principali indici di crescita e sviluppo, opportunità e nuovi trend tecnologici, future generazioni e transizione ecologica e digitale.

“Innovazione per il Paese, dialogo tra i diversi stakeholder e decision maker, giovani al centro del rilancio, cultura e formazione per il benessere all’insegna del digitale e della sostenibilità: sono questi i punti nevralgici che verranno approfonditi durante l’evento Young Innovators Business Forum – spiega il presidente di Angi, Gabriele Ferrieri – Inoltre, sarà un’occasione per realizzare un confronto collettivo la cui missione è quella di mettere in luce una serie di punti focali che vadano a creare le condizioni per arricchire un dibattito già fiorente in Italia sul tema della transizione digitale che vede in primis protagonisti le nuove generazioni di cittadini e imprese”.

“Young Innovators Business Forum” sarà anche l’occasione per inaugurare la Young Innovators Business Platform: si tratta della prima piattaforma che mira a diventare vero e proprio riferimento in Italia per i giovani per quanto concerne la sostenibilità, gli investimenti e la realizzazione e confronto tra imprese innovative, così da offrire l’opportunità di contatto diretto, nonché una solida rete, con i principali attori dell’ecosistema innovazione italiano, decision maker, rappresentanti delle istituzioni italiane ed europee e campioni del mondo del digitale.

Durante l’evento verrà presentata in esclusiva dal Prof. Roberto Baldassari, Direttore Generale Lab21.01 e Direttore del Comitato Scientifico Angi, e dal presidente dell’Angi, Gabriele Ferrieri, l’indagine demoscopica “Giovani, Innovazione e Transizione digitale”…

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x