Al vaglio della Procura i messaggi nel gruppo «Basta dittatura»: «Potevano aspettarlo e decapitarlo sul posto. Chi ha l’indirizzo di casa?». E ancora: «Vuoi la linea dura? Te la diamo». «Tutti a casa del sindaco per caricarlo e buttarlo nella spazzatura». Aperta un’inchiesta, allerta per il corteo di sabato 30 ottobre

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x