Ha ancora i capelli lunghi e nerissimi, gli occhi tristi e l’orecchino sul lobo sinistro. Pure lo sguardo è il solito, nascosto a fatica dalla barba incolta, sembra attraversato da un brivido inquieto. Ma sì, lì sotto c’è sempre Gianluigi Lentini, 52 anni, per tutti Gigi, talento magico e tormentato di Torino e Milan. Meraviglioso e sofferente anche mentre dà le spalle al sole che affonda nel mare di Cetraro Marina, a due passi da Cosenza, la città che lo ha adottato quando era perso e che è rimasta nel suo cuore. Che fine ha fatto? Chissà quanti se lo chiedono, presi dalla nostalgia di una serie A luminosa e potente, punto d’arrivo per i campioni più grandi. C’era anche Gigi, di cui tutti erano innamorati, Berlusconi che lo pagò un’enormità, i tifosi del Toro disperati per il suo addio

17 dicembre 2021 | 10:27

(©) RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x