di Filippo Bonsignore

Indagine su 62 operazioni, 42 bianconere per 90 milioni sulla carta, ma 3 reali che hanno prodotto benefici per oltre 40 ai piemontesi

Plusvalenze sospette nel mercato dei calciatori, la Covisoc lancia l’allarme. La Commissione di vigilanza sulle società di calcio ha inviato alla Procura della Federcalcio una relazione in cui ha messo sotto la lente d’ingrandimento 62 trasferimenti portati a termine tra il 2019 e il 2021, invitando ad approfondire la loro natura.

La maggior parte delle operazioni riguarda la Juventus: ben 42, concluse con club italiani (tra gli altri, Genoa, Sampdoria ed Empoli) ed esteri (tra questi, Marsiglia, Manchester City e Barcellona), già al vaglio della Consob .

La Covisoc descrive in un allegato tutti i movimenti: nomi, cognomi e valutazioni economiche dei giocatori. In particolare ci sono 21 calciatori scambiati per 90 milioni, trasferimenti che però hanno fatto circolare realmente poco più di 3 milioni, producendo benefici a bilancio per il club bianconero per oltre 40. Ci sono gli affari Cancelo-Danilo con il Manchester City e Pjanic-Arthur con il Barcellona ma anche l’acquisto e la cessione di diversi giovani, valutati cifre significative. Come Franco Tongya e Marley Aké, che Juve e Marsiglia hanno scambiato per 8 milioni. Oppure Nicolò Rovella, acquistato dai bianconeri per 18 milioni dal Genoa (dove è rimasto in prestito), mentre la società ligure si assicurava Manolo Portanova (per 10 milioni) ed Elia Petrelli (per 8).

La Covisoc ha segnalato anche l’affare che ha portato Victor Osimhen dal Lille al Napoli per oltre 70 milioni. Nell’operazione, il club del presidente De Laurentiis ha inserito quattro calciatori – Orestis Karnezis (valutato oltre 5 milioni), Claudio Manzi (4), Ciro Palmieri (7) e Luigi Liguori (4) – che hanno permesso di realizzare plusvalenze per oltre 20 milioni.

La Procura della Federcalcio ha aperto un’inchiesta; lo strumento delle plusvalenze è da tempo oggetto di attenzione perché considerato utile ad aggiustare i conti delle società. Anche se c’è uno scoglio difficile da superare: come definire congrua in modo oggettivo la valutazione di un calciatore?

27 ottobre 2021 (modifica il 27 ottobre 2021 | 19:58)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x