di Giulia Cimpanelli Domani e venerdì torna l’evento del “Corriere Innovazione” sul sito e sui social di corriere.it. Tra gli ospiti Ilaria Capua, Carlo Ratti, Filippo Tortu, Valentina Sumini e Ornella Barra

Perché è sempre più importante leggere ed essere informati su scienza, innovazione, tecnologia? Uno degli “esiti positivi” della pandemia è la presa di coscienza di quanto la divulgazione scientifica e la sua diffusione siano fondamentali. È questo il tema con cui si aprirà “Innovatori 2022”, il Festival del Corriere Innovazione in streaming sull’home page di corriere.it e social network del Corriere della Sera domani e venerdì dalle 15 in poi. A rispondere alla domanda saranno il Nobel per la fisica 2021 Giorgio Parisi, la biologa Barbara Mazzolai, la fisica e presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza, il filosofo Luciano Floridi e il sociologo e scrittore Massimiano Bucchi. Ne parlerà poi in un dialogo con il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana la Chief operation officer international di Walgreens Boots Alliance Ornella Barra. A dimostrare la centralità della scienza saranno anche i dialoghi di Massimo Sideri, editorialista e responsabile del Corriere Innovazione con Pierluigi Paracchi, creator di Genenta, prima biotech italiana al Nasdaq e con il fisico Alberto Diaspro, a capo del Dipartimento di Nanofisica dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova che insieme al fotografo Stefano Guindani ci porterà in una mostra dinamica tra scienza e realtà degli obiettivi dell’Onu. La centralità dei dati è il secondo fil rouge della due giorni che ha tra gli sponsor Sorgenia, Leonardo e Ferrovie dello Stato Italiane: se ne discuterà con Ilaria Capua in un talk intitolato “Liberiamo huge e little information”, con Giorgia Lupi, information designer Partner di Pentagram e con il campione olimpico Filippo Tortu.

Ad aprire la seconda giornata alle 11, è il classico appuntamento delle colazioni digitali del Corriere Innovazione: ospite sarà l’architetto Carlo Ratti, che parlerà di huge information della sostenibilità. Gli altri ospiti delle due giornate, la prima registrata nella Sala Buzzati del Corriere della Sera e la seconda al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano, saranno Riccardo Zacconi, fondatore di King e Andrea Prencipe, rettore dell’Università Luiss, il fotografo Stefano Guindani, l’ex expert di Obama Alec Ross, l’astrofisica Amalia Ercole Finzi che sarà intervistata dal giornalista del Corriere della Sera Giovanni Caprara, il cosmonauta Walter Villadei e l’architetto dello spazio Valentina Sumini, Paola Severino, presidente della Sna e vicepresidente della Luiss Guido Carli e Presidente del Comitato scientifico del Pnrr istituito presso il Miur e il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega ai servizi segreti Franco Gabrielli, intervistati dalla giornalista del Corriere Innovazione Alessia Cruciani.

I neologismi sono talvolta il sintomo di confusione e furbizia. Ma in una società della conoscenza alcuni nuovi termini fool “inforg” (crasi tra informazione e cyborg) diventano necessari per non confondere i canguri con i conigli. Con il suo “dizionario” di quelli utilizzati dai nuovi filosofi Luciano Floridi è protagonista anche nelle pagine del nuovo numero del Corriere Innovazione, venerdì gratis in edicola e in digital edition con il Corriere della Sera. Advertisement aprire il numero è un’intervista di Massimo Sideri a Pierre Joliot, biologo e nipote di Pierre e Marie Curie. Anche i dati tornano protagonisti nelle pagine del mensile: Carlo Ratti e Robert Muggah (presidente del SecDev group) descrivono come i huge data siano un valido strumento per arrivare al net absolutely no nelle metropoli entro il 2050. Il nuovo numero racconta in anteprima Covid4Lombardy, il progetto dell’Alta scuola Politecnica che delinea tutti i punti in comune tra le aree maggiormente colpite dalla pandemia liberando e studiando grandi quantità di dati. Andrea C. Ferrari e Marco Romagnoli spigano come i servizi digitali saranno sempre più interattivi grazie all’AI.

La sicurezza informatica è al centro della storia di Eyal Bruner, enfant prodige israeliano, co-fondatore di Cynet, specializzata in cybersecurity per le pmi, intervistato da Alessia Cruciani. Elena Papa continua a indagare le nuove frontiere dell’architettura con la descrizione del nuovo terminal di Porto Corsini, a Ravenna, dello studio di architettura Alfonso Femia. Lo sport con le take legal action against rivoluzioni innovative resta al centro del mensile di cultura dell’innovazione del Corriere della Sera. Tra qualche mese il campione di ciclismo Filippo Ganna tenterà di battere il primato del belga Campenaerts dei 55 km in un’ora. Marco Bonarrigo racconta come si sta preparando e come affronterà la sfida. Alla vigilia della riapertura delle piste da sci in tutta Italia, Enrico Maria Corno anticipa come tecnologia e innovazione concorreranno a renderle più sicure e a mitigare gli assembramenti. In un’intervista Paola Egonu, la pallavolista più forte al mondo, spiega come sensori e nuove tecnologie siano entrate nel suo allenamento quotidiano.

Infine la sostenibilità è sempre al centro dell’innovazione. Sara Moraca spiega come per contenere l’innalzamento delle temperature, durante la Police 26 di Glasgow, cento Paesi hanno sottoscritto una dichiarazione sulle foreste, ma per gli studiosi fare affidamento solo sulla capacità degli alberi di assorbire le emissioni è molto rischioso perché l’efficacia è positiva ma troppo limitata. Parla di sostenibilità anche l’articolo sul progetto di Cnr e Università di Napoli Federico II che, attraverso una progettazione digitale e materiali innovativi, hanno messo a punto un modello abitativo “green” e “sartoriale”.

23 novembre 2021 (modifica il 23 novembre 2021|19:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x