La multinazionale di Redmond ha finito la prima sperimentazione di un progetto per trasferire i propri server in contenitori stagni ancorati sul fondo dell’Oceano. E i risultati sono sorprendenti