L’accordo sulla privacy fra Unione Europea e Stati Uniti è stato bocciato a luglio dalla Corte di giustizia europea: secondo il garante irlandese, senza quell'”ombrello” transatlantico il social (e migliaia di altre imprese) non può lavorare con gli utenti europei