di Giulia Cimpanelli Negli appuntamenti Future Talk si è messa in luce la rivoluzione dei consumi, volti alla soddisfazione del cittadino digitale, sempre più esigente ed informato

Consumatori più attivi e più informati, nuove generazioni sempre più attante alla sostenibilità e in grado di “educare” le generazioni precedenti e sostenibilità economica, ambientale e sociale. Sono questi gli ingredienti che fanno del cittadino un cittadino digitale. Di come sta cambiando il ruolo del consumatore, che diventa attivo e protagonista, si è parlato nel ciclo di incontro Future Talk di Corriere Innovazione ed Edison. “La salute pubblica è parte del nostro essere cittadini prima ancora che consumatori, qui in Italia abbiamo dovuto fare un triplo salto mortale– commenta il sociologo Francesco Morace -. La pandemia è stato un grande chauffeur sul nostro essere cittadini ed essere una comunità di destino. Il nostro rapporto con il quotidiano e con le realtà del pubblico è molto cambiato”. E aggiunge: “Non c’è greenwashing che tenga, le aziende l’hanno capito che devono rinnovarsi in chiave sostenibile e le componenti sociali che hanno reagito meglio sono state il mondo femminile e i ventenni che hanno metabolizzato questi valori e sono più interessati alla sostenibilità in termini diffusi: ci credono davvero. La sostenibilità è il futuro”.

Per i giovani l’energia non è un servizio ma è un bene comune e sono proprio le nuove generazioni a educare gli adulti. Insomma, anche le commodity devono creare offerte cucite su misura per ogni consumatore: “Non possiamo essere più un’azienda che offre esclusivamente energia, dobbiamo andare incontro al nostro cliente sia con offerte mirate a ogni esigenza che con altri servizi”, aggiunge Massimo Quaglini, amministratore delegato di Edison. Non a caso l’anno scorso, in pieno lockdown, Edison ha lanciato EDISONRisolve, piattaforma che aggrega tutti i servizi per la casa: dalla lavanderia alla riparazione di elettrodomestici e impianti, dalla pulizia di casa alle soluzioni salva spazio fino alla consulenza per la ristrutturazione. L’innovativa offerta di Edison Energia mette a disposizione del cliente una suite di servizi as needed, attivabili grazie a una centrale operativa raggiungibile tutti i giorni 24 ore su 24, festivi inclusi. Tra questi, per esempio, Cloudrobe, che permette di lasciare in deposito i vestiti che non vengono usate mai e occupano spazio in casa. Si tratta in sintesi di un armadio digitale: in qualsiasi momento il proprietario può chiederli indietro.

“Oggi il mercato è alla ricerca della massima personalizzazione– aggiunge Nico Valenti Gatto, Direttore operativo di Bocconi 4 innovation -. Chi propone prodotti e servizi deve essere preparato e conoscere molto bene i bisogni del cliente”. Anche aziende di settori “commodity” come l’energia, insomma, iniziano ad allargare i servizi e offrire soluzioni utili alla vita di ogni giorno: “Cerchiamo di rispondere anche sul mercato dell’energia offrendo delle soluzioni– conclude Quaglini– per esempio abbiamo creato un’offerta per la seconda casa che con la pandemia non si poteva usare dando una soluzione che mitigasse i costi, la richiesta del consumatore è di avere un rapporto continuativo con l’erogatore e quindi abbiamo potenziato pacchetti che si sviluppano nel tempo con elementi aggiuntivi come la protezione della bolletta, risposte mirate alle esigenze e al momento storico”.

17 dicembre 2021 (modifica il 17 dicembre 2021|11:49)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x