di S.Moraca Nella dieci giorni dell’evento online tenutasi a Novembre, gli esperti dei due paesi hanno messo sul tavolo soluzioni e spirito di collaborazione per un futuro più sostenibile e tecnologico

La globalizzazione, la gestione dei diversi mercati e la collaborazione tra enti pubblici, privati e imprese presuppongono l’utilizzo di informazioni sempre più complesse e articolate.

Si parla molto di “big data” riferendosi a dati informatici così grandi, veloci o complessi, difficili o impossibili da elaborare con i metodi tradizionali. L’accesso e l’archiviazione di grandi quantità di informazioni per l’analisi esistono da molto tempo.

L’importanza dei big information non ruota attorno alla loro quantità ma al loro utilizzo. Ad esempio, possiamo accedere ai dati da qualsiasi fonte, analizzarli e trovare risposte che ci permettano di ridurre i costi, abbreviare le scadenze, sviluppare nuovi prodotti e ottimizzare le offerte e prendere decisioni più intelligenti. I huge data sono stati importanti anche negli ultimi due anni della pandemia, per capire come si stava evolvendo SARS-CoV2 nel mondo e per poter fare previsioni basate su dati oggettivi e affidabili. Accanto a queste possibilità, ci sono altrettante sfide etiche e sociali. Queste tematiche sono state al centro del Service Online forum Italia- Canada, evento che si è svolto lo scorso novembre con una dieci giorni online.

Le sfide etiche sono molto più ampie di quanto si potrebbe pensare. Durante il Forum hanno trovato spazio riflessioni sulla privacy, in un mondo sempre più connesso, in cui però i dati possono essere preziose fonti di informazioni non solo per le aziende, ma anche per la sanità digitale e del fascicolo sanitario elettronico, oggi al centro del dibattito politico anche a causa della pandemia.

La crescente necessità di collaborazione dettata da sfide sempre più grandi come il cambiamento climatico e la pandemia hanno reso sempre più necessarie pratiche di data sharing, spesso tra attori di tipo diverso, provenienti da contenti e mercati differenti, che trattano e archiviano le informazioni in modalità spesso non analoghe.

Le minacce attuali comprendono anche la cybersecurity, gli attacchi informatici possono infatti compromettere i dati e portare a crimini informatici, come il furto di informazioni e identità. La materia trattata, seppur sconosciuta sino a poche decine di anni fa, risulta oltremodo rilevante e di grande interesse al giorno d’oggi.

Per tale ragione, si prevede che le dimensioni del mercato globale della sicurezza informatica cresceranno fino a raggiungere i 345,4 miliardi di dollari entro il 2026. Difatti, la crescente consapevolezza delle minacce informatiche porta e porterà a un aumento degli investimenti in cybersecurity. Al Forum la sostenibilità è stata una delle principali protagoniste. Gli esperti hanno infatti affrontato infatti una delle tematiche chiave: come rendere il settore dell’hpc (high performace computing) più sostenibile, dato che oggi esso rappresenta uno dei comparti più energivori?Aziende e ricercatori sono già alla ricerca di soluzioni, anche se la tematica rappresenta una delle sfide aperte di maggiore importanza.

L’intelligenza artificiale può però rappresentare una speranza per un pianeta più pulito e sostenibile. Secondo un approfondito studio del Boston Consulting Group, l’utilizzo di sistemi di intelligenza artificiale sarebbe in grado di ridurre, in dieci anni, le emissioni di gas serra delle aziende dal 5% al 10%, generando fino a 2,6 mila miliardi di dollari di valore, inclusi nuovi ricavi e risparmi sui costi. Italia e Canada vogliono e devono lavorare insieme perché questi buoni propositi possano diventare realtà. Il Canada è stato il primo paese al mondo nel 2017 a dotarsi di una strategia per l’intelligenza artificiale e può essere quindi un ottimo partner per immaginare e realizzare un futuro in cui tecnologia, sostenibilità ed etica rappresentino una solida realtà e non solo un buon proposito.

21 dicembre 2021 (modifica il 21 dicembre 2021|11:38)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x