di Andrea Federica de Cesco

Soltanto i ragazzi della generazione Z gli preferiscono un altro podcast, quello di un rapper. Lo dicono i dati di Spotify relativi al 2021, che dimostrano come il settore dei podcast sta crescendo sempre di più, in Italia e nel mondo

Il podcast più ascoltato in Italia nel 2021 non è un di un podcaster. Il podcast di Alessandro Barbero: Lezioni e Conferenze di Storia è lo show che ha ricevuto più riproduzioni nel nostro Paese ma non lo realizza direttamente lo storico. È opera infatti di Fabrizio Mele, sviluppatore web che ha creato il podcast a partire dai video delle conferenze e delle lezioni tenute dal professore.

Ad ogni modo, questo 2021 è stato un anno di forte crescita per il settore dei podcast, in Italia e all’estero e a dare un’idea chiara della situazione sono soprattutto i dati di Spotify, leader nel mercato. Al momento sulla piattaforma ci sono oltre 3,2 milioni di show, il 2500% in più rispetto al 2018. Tra settembre 2020 e settembre 2021 ne sono stati aggiunti circa 1,5 milioni, con un aumento dell’85%. Il catalogo in lingua italiana ha segnato un’espansione ancora maggiore, pari all’89%. E tra le novità ci sono stati anche 13 titoli originali (l’ultimo è Il Dito di Dio , serie audio di Pablo Trincia prodotta da Spotify Studios in collaborazione con Chora Media che parla del naufragio della Costa Concordia, avvenuto il 13 gennaio 2021), due podcast esclusivi (The Essential e Demoni Urbani ) e un video podcast originale (New G ), tutti targati Spotify Italia.

A crescere è stata anche la domanda: tra gennaio e settembre 2021 più di 84 milioni di persone nel mondo hanno ascoltato un podcast per la prima volta. Ma quali sono i podcast più ascoltati? A livello mondiale ai primi cinque posti troviamo (dal primo al quinto) The Joe Rogan Experience (in esclusiva su Spotify dal dicembre 2020), Call Her Daddy (in esclusiva su Spotify dallo scorso luglio), Crime Junkie , TED Talks Daily e The Daily . Per quanto riguarda l’Italia (dove Spotify è l’app più utilizzata per l’ascolto), Spotify ha fornito al Corriere della Sera dei dati esclusivi.

Guardando al pubblico, Il podcast di Alessandro Barbero: Lezioni e Conferenze di Storia risulta il più ascoltato da tutte le fasce di età ad eccezione della generazione Z, che gli preferisce Muschio Selvaggio di Fedez e Luis Sal. Allo stesso modo, mentre per tutte le altre fasce anagrafiche The Essential di Mia Ceran per Will Media appare al secondo posto, nel caso dei più giovani scala al terzo. Demoni Urbani è al terzo posto nelle fasce d’età 25-44 anni e 45-54, mentre è al quarto nel caso della Gen Z e dei boomer (che gli preferiscono Fabercast. De André canzone per canzone ). I gusti di Millennial e Generazione X coincidono anche per quanto riguarda il quinto posto, occupato in entrambi i casi da Cose Molto Umane . Invece nella classifica dei giovanissimi al quinto c’è Motivazione e Crescita Personale e in quella degli over 55 Vengo anch’io .

«Quest’anno le Lezioni e conferenze di storia di Alessandro Barbero sono in cima alle classifiche e questo è un fenomeno molto interessante perché il podcast è amato trasversalmente da persone appartenenti a fasce di età diverse. Muschio Selvaggio di Fedez e Luis Sal rimane tra gli show preferiti dalla Gen Z, mentre The Essential, disponibile in esclusiva su Spotify, dimostra come gli italiani si affidano molto ai podcast per tenersi informati», commenta Eduardo Alonso, Head of Studios Sud e Est Europa di Spotify. «Siamo infine entusiasti del successo dei podcast originali ed esclusivi presentati da Spotify quest’anno: Tutto Sanremo ma dura meno , il podcast dei The Jackal sul Festival di Sanremo, si è posizionato nella top 10; ma anche altri contenuti originali ed esclusivi di Spotify come Demoni Urbani, Complottisti Domestici , Senti20 e L’Educazione responsabile sono tra i podcast più ascoltati nel nostro Paese».

16 dicembre 2021 (modifica il 17 dicembre 2021 | 09:06)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x