Azimut, uno dei principali operatori indipendenti nel risparmio gestito in Europa, lancia insieme a Step, operatore internazionale focalizzato sui servizi digitali alle imprese, una nuova iniziativa: Azimut Marketplace, una piattaforma digitale fintech per fornire servizi finanziari alla piccole e medie imprese italiane. La joint venture, dove il gestore italiano ha una quota del 43,5%, punta a raggiungere il pareggio bilancio nel 2023 quando conta di avere come clienti 42.500 imprese, 550 milioni di credito erogato e 13,5 milioni di ricavi. L’obiettivo — oltre a quello di portare l’iniziativa in altri paesi, come Spagna, Portogallo e Brasile — è di fornire credito, e non solo, a 82 mila imprese nel 2026.

L’Amazon del fintech

«Azimut Marketplace è il nuovo Amazon dei servizi finanziari per le pmi», ha spiegato Paolo Martini, amministratore delegato e direttore generale di Azimut Holding. Attraverso la piattaforma, già attiva con oltre duecento aziende registrate, le imprese potranno usufruire di una gestione completa di conti correnti, assicurazioni e depositi. Nei prossimi mesi, una volta ottenute le ulteriori autorizzazioni in corso di richiesta, il portale si arricchirà di ulteriori servizi. L’iniziativa nasce dalla volontà di rispondere alle esigenze delle attività commerciali ed economiche, le quali, secondo le stime elaborate da Azimut, fruiscono sempre di più di servizi finanziari digitali (98%) ma fornendo in più la comodità di avere un unico punto di accesso. «L’e-commerce ha rivoluzionato molti settori – ha aggiunto Martini -, dai viaggi alle compravendite immobiliari, agli acquisti. Azimut Marketplace ha le potenzialità per trasformare quello dei servizi finanziari e bancari grazie a una riduzione della complessità e dei costi e a un aumento della velocità dei processi e dell’efficienza complessiva. Si tratta di una vera rivoluzione in ambito fintech a supporto dei 5 milioni di aziende in Italia».

Sostegno alle pmi

Accedere alla piattaforma è semplice. La registrazione, oltre ad essere gratuita, è immediata ed è possibile effettuarla dal sito web www.azimutmarketplace.it, tramite autoscatto e scannerizzazione dei documenti dell’impresa in pochi minuti. Per Azimut questo progetto si inserisce nel più ampio impegno di sostegno alle pmi e all’economia reale che ha già raccolto 3,5 miliardi di euro tra prodotti di private equity, private debt, venture capital e real estate in parte già investiti in circa 200 aziende, di cui 120 in Italia e 80 nel mondo.

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x