Chissà quanti racconti sui casi medici più difficili, sui malati, sui problemi della sanità e sulle «beghe» in università avrà ascoltato Lola Ferrari, scomparsa il 26 ottobre dopo una lunga vita trascorsa a Milano. Leopoldina, questo il suo nome, era la vedova di Walter Montorsi, scomparso nel 2009 a 87 anni, professore emerito di Clinica Chirugica della Statale, uno dei più importanti esponenti della chirurgia italiana che ha fatto parte della storia della medicina a Milano. Nato a Maranello, era arrivato a Milano nel 1947, città che lo onorò con tre Ambrogini d’oro, la medaglia d’oro di benemerenza della Provincia di Milano. Pioniere della chirurgia della grande obesità, portò Milano a essere un polo di eccellenza con il Padiglione Monteggia. Storia della medicina che Montorsi volle raccontare nel libro «Vita di chirurgo. Ricordi e riflessioni».

La dinastia accademica

Tanti e vari sono i racconti che la signora Leopoldina, «donna indimenticabile per saggezza, bontà, senso dell’umorismo», come la descrive un amico di famiglia in uno dei tanti necrologi a lei dedicati e pubblicati sul Corriere della Sera del 27 ottobre, deve aver ascoltato anche dai figli, che hanno proseguito la strada del padre e sono diventati medici accademici a Milano, costruendo una dinastia. Marco Montorsi è diventato rettore dell’Università Humanitas e responsabile della Chirurgia generale e digestiva. Francesco Montorsi è direttore dell’Unità Operativa di Urologia Ospedale San Raffaele, ordinario di Urologia e direttore della Scuola di Specializzazione in Urologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele. Piero Montorsi è responsabile del reparto Cardiologia Diagnostica del Monzino di Milano e ordinario di Malattie dell’apparato cardiovascolare in Statale.

I necrologi

«Ora hai finalmente raggiunto in cielo il papà. Sei stata la più affettuosa, premurosa, generosa, comprensiva delle mamme e ci sarai sempre di esempio. Non ci siamo mai sentiti soli», hanno scritto i figli nel necrologio. Tra i necrologi, anche quelli del rettore dell’Università Bocconi Gianmario Verona e del già rettore Angelo Provasoli, del rettore dello Iulm Gianni Cavona e di Gianfelice Rocca, presidente del gruppo industriale Techint e dell’Istituto Clinico Humanitas. Il funerale sarà celebrato giovedì 28 ottobre alle 11 nella parrocchia dei Santi Angeli Custodi in via Colletta a Milano.

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x
()
x