Due anni fa il gigante russo della cybersicurezza aveva accusato l’azienda di aver bloccato l'accesso a una sua applicazione di parental control. Ora la sanzione, in un momento molto delicato per i rapporti fra i due Paesi

Source

Condividi con:


0
Inserisci un commento.x