IIA, Seri Industrial presenta al Mimit il piano industriale

IIA, Seri Industrial presenta al Mimit il piano industriale

Presenti i rappresentanti della Città Municipale di Bologna e della Regione Campania ed Emilia-Romagna

I vertici del gruppo Seri Industrial S.p.A. hanno illustrato oggi pomeriggio a Palazzo Piacentini, sede del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, la proposta di piano industriale collegato alla manifestazione di interesse vincolante per entrare nella compagine societaria di Industria Italiana Autobus. All’incontro, oltre ai tecnici del Mimit, erano presenti i rappresentanti della Città Municipale di Bologna e della Regione Campania ed Emilia-Romagna.

I punti principali del piano industriale presentato da Seri Industrial ruotano intorno al rinnovamento del vertice manageriale, alla conversione del parco autobus da termico a elettrico, allo sviluppo della produzione di planari e alla creazione di nuove sinergie di business, anche internazionali, nella prospettiva di raggiungere gli obiettivi di break-even e a salvaguardare i posti di lavoro. Il gruppo Seri Industrial S.p.A. ha confermato il proprio interesse per il sito di Bologna, dove intenderebbe sviluppare la ricerca e la produzione.

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Source

Elia Bombardelli, il prof star del web: “Così i genitori risparmiano sulle ripetizioni”

Elia Bombardelli, il prof star del web: “Così i genitori risparmiano sulle ripetizioni”

“Sapere che grazie ai miei video gli studenti riescono a superare verifiche o esami è gratificante, così come anche il fatto che con le mie pillole i genitori risparmiano i soldi delle ore di lezione private”. E’ soddisfatto Elia Bombardelli professore trentino di matematica al Liceo Steam di Rovereto, titolare di un corso alla Bocconi e dal 2012 YouTuber di successo: il suo canale ha oltre 500mila iscritti e oltre 100 milioni di visualizzazioni. Proprio per l’importanza educativa dei suoi video, il 13 marzo è stato uno dei protagonisti di un evento voluto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella  che ha visto protagonisti 12 youtuber in un dialogo sui valori della Costituzione. 

Source

Intelligenza artificiale, via alle regole Ue per il riuso dei dataset

Intelligenza artificiale, via alle regole Ue per il riuso dei dataset

Sono ufficialmente entrate in vigore le nuove regole dell’Ue per rendere disponibili per il riutilizzo un maggior numero di set di dati pubblici. Questi cosiddetti “set di dati ad alto valore” contengono informazioni su sei aree tematiche stabilite dalla direttiva sui dati aperti: geospaziale, osservazione della terra e ambiente, meteorologica, statistica, imprese e mobilità.

Verso nuovi prodotti e servizi innovativi

Le nuove regole hanno il potenziale per generare importanti benefici sociali ed economici, alimentando nuovi prodotti e servizi innovativi come le applicazioni di intelligenza artificiale. Gli insiemi di dati di alto valore nel settore meteorologico, ad esempio, possono essere utilizzati per produrre migliori previsioni del tempo e le relative applicazioni. Le aziende agricole potrebbero sfruttare le immagini satellitari, i dati meteo e le informazioni sulla salute del suolo per implementare tecniche di agricoltura di precisione, aumentando così la resa e riducendo gli sprechi.

Sul portale più di 1,7 milioni di set di dati

Il portale ufficiale dei dati europei è la risorsa più ampia per accedere ai dati aperti. Comprende più di 1,7 milioni di set di dati provenienti dalle istituzioni e dalle agenzie dell’Ue e dagli Stati membri. I set di dati di alto valore saranno disponibili gratuitamente in formato leggibile dalla macchina, accessibili tramite un’interfaccia di programmazione delle applicazioni (Api) e, se del caso, come download di massa.

Come accedere ai dati?

I set di dati possono essere facilmente identificati utilizzando la ricerca rapida e i risultati possono essere scaricati in vari formati. È possibile condurre ricerche più avanzate utilizzando il linguaggio di query Sparql. Il portale comprende anche un’Accademia, che presenta una vasta gamma di materiale formativo su come riutilizzare i dati aperti, oltre a vari documenti e rapporti di ricerca, inclusi casi d’uso di editori e riutilizzatori di dati aperti da tutto il mondo.

La misura in cui i set di dati sono disponibili tramite il portale dipende dalla misura in cui sono stati messi a disposizione dalle autorità pubbliche. Inoltre, la loro reperibilità dipende dal modo in cui i metadati sono stati generati. Pertanto, potrebbe non essere possibile accedere a tutti i dati aperti tramite il portale.

Source

IIA: Mimit autorizza Invitalia a sottoscrivere accordo con Seri Industrial

IIA: Mimit autorizza Invitalia a sottoscrivere accordo con Seri Industrial

Il socio pubblico resterà nel capitale con una partecipazione di minoranza

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha autorizzato il socio pubblico Invitalia a sottoscrivere l’accordo che comporterà l’ingresso di Seri Industrial nel capitale di Industria Italiana Autobus con una partecipazione di controllo. La decisione arriva in seguito alla delibera di Leonardo e Invitalia di accogliere l’offerta presentata da Seri Industrial al termine di un percorso per l’individuazione di un partner industriale che ha visto il coinvolgimento di numerosi operatori di mercato.

L’accordo garantisce la salvaguardia dei livelli occupazionali degli stabilimenti di Flumeri e Bologna. Prevede, inoltre, la realizzazione di un piano industriale focalizzato sulla produzione di autobus elettrici e su un rafforzamento della competitività dell’azienda.

Per effetto dell’accordo, Invitalia resterà titolare di una partecipazione di minoranza, tuttavia in virtù del patto parasociale che verrà stipulato tra i futuri soci, al socio pubblico sarà riconosciuta una serie articolata di diritti di veto in merito alle scelte strategiche aziendali, a garanzia dell’interesse pubblico e della corretta esecuzione del piano industriale.

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Source

Assicurazioni, con la GenAI meno truffe e frodi e tempi più brevi per gli indennizzi

Assicurazioni, con la GenAI meno truffe e frodi e tempi più brevi per gli indennizzi

L’intelligenza artificiale applicata al mondo delle assicurazioni è destinata a rivoluzionare il mondo dei sinistri, con un aumento dell’efficienza operativa. Ma a oggi soltanto una compagnia su cinque ha implementato strumenti di AI sulla gestione dei sinistri in produzione. Sono questi alcuni dei principali risultati del report “Claims (Re) Generation: le potenzialità dell’IA Generativa nella gestione dei sinistri, tra benefici e rischi”, realizzato da EY in collaborazione con Italian Insurtech Association, l’associazione senza scopo di lucro che riunisce imprese attive nel settore assicurativo e non solo. Lo studio si basa sul contributo di circa 25 player assicurativi tra cui compagnie (con una copertura del market share sulla raccolta premi superiore al 40%), Insurtech e broker preminenti nel mercato italiano.

Obiettivo della ricerca promossa dalla società specializzata in servizi professionali di revisione e organizzazione contabile, assistenza fiscale e legale, transaction e consulenza è analizzare i benefici e i rischi legati all’utilizzo dell’IA Generativa nel settore assicurativo, concentrandosi principalmente sui processi legati alla gestione dei sinistri, per analizzare in che modo i player stiano incorporando questa tecnologia per migliorare l’esperienza utente e massimizzare l’efficacia operativa nella gestione dei sinistri.

Aumentano produttività ed efficienza operativa

Stando alle risposte fornite dal campione delal survey, per l’88% degli intervistai i benefici dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella gestione dei sinistri sono legati all’aumento della produttività e dell’efficienza operativa, mentre il 63% pone l’accento sulla riduzione dei costi operativi e il 50% cita il supporto alla gestione dei rischi e prevenzione delle frodi assicurative. Un altro 50% evidenzia, infine, il miglioramento della relazione con la clientela.

Ma quanti sono i player del mondo delle assicurazioni che utilizzano già soluzioni di intelligenza artificiale? Il 67% dei player del settore, secondo la ricerca, sta svolgendo o pianificando dei progetti pilota in questo campo, (67%) sull’IA Generativa, e il 42% dice di aver implementato una propria AI Strategy per definire come l’intelligenza artificiale debba essere usata, controllata e implementata. Il 33% del campione, infine, dice di essere nella fase di data collection e analisi di fattibilità.

La gestione dei sinistri è il processo più impattato

Dall’indagine abbiamo potuto riscontrare che quasi la totalità del campione (96%) definisce l’impatto dell’introduzione dell’IA generativa in ambito sinistri come significativo o rivoluzionario, rendendo i claims  (la gestione dei sinistri, ndr) di gran lunga il processo più impattato della catena del valore assicurativa – spiega Marco Concordati, partner Insurance di EY – Le aziende pensano, infatti, che otterranno un beneficio maggiore nell’apertura del sinistro (72%) e nei processi di antifrode (82%). È altresì visibile come, seppure per la quasi totalità del campione analizzato l’introduzione dell’IA Generativa rappresenti una vera e propria rivoluzione – prosegue – al momento solo il 21% dei player riferisce di aver già implementato in produzione questa tecnologia nella gestione dei sinistri. Sintomo che abbiamo bisogno di tempo prima di toccare con mano tutti i miglioramenti che questa tecnologia può fornire al settore”.

Secondo lo studio lo use case più rilevante dell’IA Generativa nella gestione dei claims deriva da una migliore capacità di individuazione dei sinistri fraudolenti, citata dal 72% del campione, poi l’adozione…

Source

IIA: al Mimit incontro di approfondimento con Regioni e aziende

IIA: al Mimit incontro di approfondimento con Regioni e aziende

Prosegue l’impegno per dare un futuro al comparto strategico dell’industria autobus

Si è svolto oggi a Palazzo Piacentini il primo incontro di approfondimento sulle possibili sinergie per garantire un futuro a Industria Italiana Autobus, così come concordato in occasione del tavolo del 22 maggio scorso al Mimit, alla presenza delle Regioni, dei soci Invitalia e Leonardo e delle organizzazioni sindacali.

Presenti alla riunione di oggi, presieduta dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, i rappresentanti di Leonardo e Invitalia, gli assessori regionali di Emilia-Romagna e Campania e gli imprenditori Valerio Gruppioni, Maurizio Stirpe e Maurizio Marchesini.

Il tavolo ha positivamente valutato la disponibilità dei soggetti a creare sinergie che dovranno concretizzarsi nei prossimi giorni, coinvolgendo i soci, l’advisor e le Amministrazioni.

 

Galleria fotografica

]]>

‘ }, infobar : 1, baseClass : ‘thumb_right’ } }); // jQuerOs(“.tab-click-loadMore”).click(function(){ // gallery.loadMore(“0”); // }) // // // gallery.loadMore(“0″); // add social sharing script // var href = window.location.href; // var img_el_id = ”; // var pos1 = href.indexOf(‘os_image_id’); // var pos2 = href.lastIndexOf(‘#’); // var os_show_load_more = “0”; // if (pos1 > -1 && pos2 > – 1) { // img_el_id = href.substring(pos1, pos2); // }else if(pos1 > -1 && pos2 == -1){ // img_el_id = href.substring(pos1); // } // os_fancy_box_getInst = jQuerOs.os_fancybox.getInstance(); // // if(!os_fancy_box_getInst){ // if(img_el_id && img_el_id.indexOf(‘os_image_id’) > -1) { // // if(document.getElementById(img_el_id) == null){ // if (os_show_load_more == ‘auto’){ // gallery.loadMore(“auto”); // // } // else if (os_show_load_more !== null){ // // } // else if (os_show_load_more !== null){ // gallery.loadMore(“button”); // // jQuerOs(‘#load-more-390_1503660314’).trigger(‘click’); // // } // // } // // else { // jQuerOs(‘#’ + img_el_id).trigger(‘click’); // } // } // } // var position_gallery = href.indexOf(‘cat’); // var gallery_cat_id = ”; // var gallery_cat_id = href.substring(position_gallery); // if(gallery_cat_id.indexOf(‘&’) > -1){ // gallery_cat_id = gallery_cat_id.substr(0, gallery_cat_id.indexOf(‘&’)); // } // // if(gallery_cat_id && gallery_cat_id.indexOf(‘cat-‘) > -1 && gallery_cat_id.indexOf(‘=’) == -1){ // // jQuerOs(‘#’ + gallery_cat_id + ‘390_1503660314’).trigger(‘click’); // } window.onpopstate = function(event) { //alert(“location: ” + document.location + “, state: ” + JSON.stringify(event.state)); from_history = true; var href = window.location.href; var img_el_id = ”; var pos1 = href.indexOf(‘os_image_id’); var pos2 = href.lastIndexOf(‘-‘); os_fancy_box_getInst = jQuerOs.os_fancybox.getInstance(); if (!os_fancy_box_getInst && (pos1 > -1)){ if (pos1 > -1 && href.indexOf(‘#os_fancybox’) > – 1) { pos2 = href.lastIndexOf(‘#os_fancybox’) img_el_id = href.substring(pos1, pos2); }else if(pos1 > -1 && href.indexOf(‘#os_fancybox’) == -1){ img_el_id = href.substring(pos1); } jQuerOs(‘#’ + img_el_id).trigger(‘click’); } else if (pos1 > -1) { img_el_id = href.substring(pos1); var ordering_id = jQuerOs(‘#’ + img_el_id).attr(‘data-index’); os_fancy_box_getInst.jumpTo(ordering_id); }else if(pos1 == -1 && href.indexOf(‘os_fancybox’) == -1 && os_fancy_box_getInst){ os_fancy_box_getInst.close(); window.history.back(); } var cat_id = ”; if(href.indexOf(‘cat-‘) > -1 && href.indexOf(‘os_image_id’) == -1){ cat_id = href.substring(href.indexOf(‘cat-‘)); jQuerOs(‘#’ + cat_id + ‘390_1503660314’).trigger(‘click’); } from_history = false; }; // end sharing script });

 

Source

Samantha Cristoforetti: “I miei viaggi nello spazio”

Samantha Cristoforetti: “I miei viaggi nello spazio”

L’astronauta dell’ESA racconta la sua carriera di esploratrice spaziale e il suo lavoro di oggi “sulla terra”. La Cristoforetti è la prima donna europea a capo della Stazione Spaziale Internazionale, è una delle italiane più famose al mondo. Ha concluso due missioni a bordo della ISS, un’infrastruttura ultratecnologica che orbita intorno alla Terra.

 

Source

Smart manufacturing, business da 132 miliardi entro 10 anni

Smart manufacturing, business da 132 miliardi entro 10 anni

Quello dell’intelligenza artificiale nel settore manifatturiero è un mercato il cui valore oggi si aggira attorno ai 5,12 miliardi di dollari, e che è destinato a crescere a un ritmo molto sostenuto nell’arco dei prossimi 10 anni, con un tasso composto di crescita che si attesterà a un +38,46% annuo fino al 2034, quando si prevede arriverà a valere complessivamente 132,54 miliardi di dollari. Sono i dati che emergono dal report “Global AI in Manufacturing Market: Focus on End-Use Industry, Application, Technology, Component, and Region – Analysis and Forecast, 2024-2034” di Research and Markets, secondo cui il trend di crescita è guidato principalmente dalla necessità di gestire insiemi di dati sempre più intricati e dai progressi negli algoritmi di apprendimento automatico per l’analisi dei dati.

Il ruolo dei robot e dell’automazione

L’Intelligenza artificiale, evidenza il report, sta ridisegnando il panorama manifatturiero aumentando la produttività, l’efficienza e il processo decisionale basato sui dati. L’automazione dei compiti attraverso i robot alimentati dall’IA non solo snellisce le operazioni, ma migliora anche la sicurezza sul posto di lavoro. Grazie all’utilizzo di queste tecnologie, inoltre, è possibile liberare i lavoratori umani dagli incarichi più pericolsi e ripetitivi per lasciare che si concentrino su attività più complesse.

Gli ostacoli da superare

Nonostante queste opportunità, il mercato si trova di fronte ad alcuni ostacoli da superare per riuscire a liberare il potenziale dell’intelligenza artificiale. Parliamo ad esempio – cita il report – della disponibilità di forza lavoro qualificata, in particolare nei Paesi in via di sviluppo. “Tuttavia, l’utilizzo dell’IA, dell’apprendimento automatico e dell’elaborazione del linguaggio naturale (Nlp) per i processi aziendali intelligenti – si legge nello studio – presenta opportunità redditizie per l’espansione dell’IA nel settore manifatturiero. Con l’AI e l’analisi dei big data, le aziende possono analizzare rapidamente dati strutturati e non strutturati provenienti da fonti diverse, e ciò consente di identificare le anomalie, ridurre le spese di manutenzione, migliorare il servizio clienti, implementare misure di manutenzione predittiva e preventiva e sfruttare i dati grezzi per prendere decisioni informate”.

Il Nord America guida la crescita

A guidare la crescita del mercato è il Nord America: Stati Uniti, Canada e Messico, spiega la ricerca, hanno attuato politiche e incentivi per promuovere l’adozione dell’Intelligenza artificiale, che includono sovvenzioni, incentivi fiscali e misure normative volte a ridurre le emissioni e a promuovere soluzioni di trasporto sostenibili.

La collaborazione tra startup, ricerca e grandi player

Il panorama dell’IA nel settore manifatturiero è dinamico, caratterizzato da un mix di startup, iniziative di ricerca e collaborazioni strategiche tra i leader del settore, specifica il report. Se oggi ad avere un ruolo di primo piano è il Nord America, nell’arco del decennio la crescita più significativa è destinata a verificarsi nell’area Asia-Pacifico.

Nvidia, Ibm e Intel guidano la crescita

Le aziende leader, come Nvidia, Ibm e Intel “sono all’avanguardia e offrono una gamma completa di prodotti di IA che comprendono software, hardware, apprendimento automatico, visione artificiale ed elaborazione del linguaggio naturale – spiega il report – queste aziende utilizzano l’AI per rivoluzionare la produzione attraverso…

Source

Stellantis, Pomigliano e Cassino concludono le riunioni al Mimit per l’analisi dei siti produttivi

Stellantis, Pomigliano e Cassino concludono le riunioni al Mimit per l’analisi dei siti produttivi

Urso: siamo sulla strada della rinascita industriale italiana, chiuderemo questa fase del tavolo con l’azienda con un accordo di sviluppo

Si sono tenuti a Palazzo Piacentini, sede del Mimit, gli ultimi due incontri per l’analisi degli stabilimenti produttivi di Stellantis in Italia, incentrati sugli impianti di Pomigliano e di Cassino.

I tavoli, presieduti dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, hanno visto la partecipazione dei rappresentanti dell’azienda, delle Regioni interessate, dell’Anfia (Associazione Nazionale Filiera Italiana Automotive) e delle organizzazioni sindacali nazionali e territoriali.

A conclusione degli incontri sui siti produttivi di Stellantis in Italia posso dire finalmente che si vedono i frutti del lavoro che abbiamo fatto con tutti gli attori presenti agli incontri, in un clima di piena condivisione“, ha sottolineato Urso. “Siamo sulla strada della rinascita industriale italiana. Finalmente si delinea un futuro significativo per questa azienda con la sua produzione in Italia che punta a un milione di veicoli l’anno e che, in questo modo, potrà sostenere anche l’indotto del comparto”.

Il ministro poi ha proseguito sottolineando come “in questi incontri si vede anche il risultato delle battaglie che abbiamo fatto in Europa perché abbiamo rimosso il principale ostacolo che era il regolamento sugli euro 7 che consentirà di prolungare la produzione di alcuni modelli molto importanti come la Panda, prodotta a Pomigliano, come annunciato dall’azienda stessa durante il tavolo“.

Urso ha poi concluso come “puntiamo a chiudere al meglio questa fase del tavolo Stellantis, iniziato a dicembre, con un accordo di sviluppo. Abbiamo invertito la rotta e l’Italia può finalmente sperare di avere una produzione auto significativa, settore orgoglio del Made in Italy”.

 

Galleria fotografica

]]>

‘ }, infobar : 1, baseClass : ‘thumb_right’ } }); // jQuerOs(“.tab-click-loadMore”).click(function(){ // gallery.loadMore(“0”); // }) // // // gallery.loadMore(“0″); // add social sharing script // var href = window.location.href; // var img_el_id = ”; // var pos1 = href.indexOf(‘os_image_id’); // var pos2 = href.lastIndexOf(‘#’); // var os_show_load_more = “0”; // if (pos1 > -1 && pos2 > – 1) { // img_el_id = href.substring(pos1, pos2); // }else if(pos1 > -1 && pos2 == -1){ // img_el_id = href.substring(pos1); // } // os_fancy_box_getInst = jQuerOs.os_fancybox.getInstance(); // // if(!os_fancy_box_getInst){ // if(img_el_id && img_el_id.indexOf(‘os_image_id’) > -1) { // // if(document.getElementById(img_el_id) == null){ // if (os_show_load_more == ‘auto’){ // gallery.loadMore(“auto”); // // } // else if (os_show_load_more !== null){ // // } // else if (os_show_load_more !== null){ // gallery.loadMore(“button”); // // jQuerOs(‘#load-more-391_400426393’).trigger(‘click’); // // } // // } // // else { // jQuerOs(‘#’ + img_el_id).trigger(‘click’); // } // } // } // var position_gallery = href.indexOf(‘cat’); // var gallery_cat_id = ”; // var gallery_cat_id = href.substring(position_gallery); // if(gallery_cat_id.indexOf(‘&’) > -1){ // gallery_cat_id = gallery_cat_id.substr(0, gallery_cat_id.indexOf(‘&’)); // } // // if(gallery_cat_id && gallery_cat_id.indexOf(‘cat-‘) > -1 && gallery_cat_id.indexOf(‘=’) == -1){ // // jQuerOs(‘#’ + gallery_cat_id + ‘391_400426393’).trigger(‘click’); // } window.onpopstate = function(event) { //alert(“location: ” + document.location + “, state: ” + JSON.stringify(event.state)); from_history = true; var href = window.location.href; var img_el_id = ”; var pos1 = href.indexOf(‘os_image_id’); var pos2 = href.lastIndexOf(‘-‘); os_fancy_box_getInst = jQuerOs.os_fancybox.getInstance(); if (!os_fancy_box_getInst && (pos1 > -1)){ if (pos1 > -1 && href.indexOf(‘#os_fancybox’) > – 1) { pos2 = href.lastIndexOf(‘#os_fancybox’) img_el_id = href.substring(pos1, pos2); }else if(pos1 > -1 && href.indexOf(‘#os_fancybox’) == -1){ img_el_id = href.substring(pos1); } jQuerOs(‘#’ + img_el_id).trigger(‘click’); } else if (pos1 > -1) { img_el_id = href.substring(pos1); var ordering_id = jQuerOs(‘#’ + img_el_id).attr(‘data-index’); os_fancy_box_getInst.jumpTo(ordering_id); }else if(pos1 == -1 && href.indexOf(‘os_fancybox’) == -1 && os_fancy_box_getInst){ os_fancy_box_getInst.close(); window.history.back(); } var cat_id = ”; if(href.indexOf(‘cat-‘) > -1 && href.indexOf(‘os_image_id’) == -1){ cat_id = href.substring(href.indexOf(‘cat-‘)); jQuerOs(‘#’ + cat_id + ‘391_400426393’).trigger(‘click’); } from_history = false; }; // end sharing script });

Source